Chi siamo

Benvenuti nel sito dialog05.com I nostri dispositivi elettronici sono spesso biasimati-a volte, giustamente-per averci alienato dalle nostre vite interiori e l’uno dall’altro. Ma se potessimo usarli per coltivare l’autocommiserazione, non la distrazione? L’esperto di tecnologia Chris Dancy suggerisce come. 

Mi dispiace dirtelo, non c’e ‘ un’app per una pace interiore istantanea. Se avete depressione o ansia, sapete che richiede duro lavoro per affrontare i vostri pensieri più dolorosi e trovare auto-compassione.

Alcuni temono che nascondersi dietro la tecnologia sia un modo per evitare quel lavoro. Lo capisco. Ma per me, ho trovato che la tecnologia, sia in senso pratico che profondo, può aiutarmi a venire a patti con i giorni bui, e coltivare un impegno per la pazienza con i miei pensieri.

Qui ci sono tre cose specifiche che mi aiutano ad aumentare quando la depressione mi trascina giù, mi tiene a terra quando il panico si insinua, calmare la mia mente quando si arrabbia, e mi tiene connesso quando la solitudine sembra l’opzione migliore.

Registra il tuo terrore cosi ‘potrai cercarlo piu’ tardi.

Una delle caratteristiche più insidiose di ansia e depressione è la loro capacità di farci riavviare completamente la nostra mente e riavviarlo in una modalità in cui sembra che tutto sia sistemato, solido e cattivo. Non importa se è il tuo primo attacco di panico o sei al 40 ° anno di panico implacabile e accecante, sai che i sentimenti vengono dal nulla e sembrano sempre nuovi di zecca. I sentimenti ti mentono e ti dicono che questa volta e ‘ diverso, che questa volta non se ne andranno, che impazzirai, morirai o perderai tutto.

Di solito, l’utilità principale della tecnologia durante i periodi di puro terrore è quello di consentire di cercare all’infinito i sintomi di attacchi di cuore e ictus o informazioni su depressione, ansia o suicidio. Una volta, tuttavia, quando ero nel bel mezzo di un attacco di panico, mi sono imbattuto in una vecchia annotazione di diario che avevo scritto mentre nella morsa di un attacco di classe mondiale. Leggendolo, ricordavo di averlo scritto, e lentamente il mio panico diminuì. In pochi minuti, mi sono sentita meglio. Da quel momento in poi, ho deciso di registrare tutti i miei episodi di depressione, panico e rabbia — i sintomi fisici, i sentimenti, i pensieri. L’ho chiamata la mia “Wikipedia della paura”, e ho scoperto che posso spezzare la presa che il panico ha su di me quando rileggo le mie parole descrivendo un’esperienza passata.

In termini di creazione della tua paura Wikipedia, è meglio farlo quando non sei nel mezzo di un attacco. Quando si sente calmo, semplicemente ricordare un momento in cui si ha avuto un attacco di panico o un episodio depressivo e iniziare ad elencare i sintomi. Scomporli in sintomi fisici, sintomi mentali, pensieri e comportamenti. Tienili negli appunti sul tuo telefono o stampa la lista.

Poi, la prossima volta che inizi a sentire uno di questi sentimenti oscuri, prendi il telefono e prendi gli appunti. Rivedere i sintomi e confrontarli con come si sente. La tua lista di controllo su Wikipedia della paura puo ‘ essere il primo segno per te stesso che starai bene. Sei gia ‘ stato qui e sei sopravvissuto!

Man mano che si diventa più abili con questa abilità di coping, è possibile provare ad aggiungere alla lista di controllo dei sintomi nel mezzo di un attacco. Diventi un osservatore del tuo episodio, che ti da un po ‘ di distanza, e fare questo aiuta anche a creare una buona distrazione per te stesso.

Guardare male per sentirti non solo.

Durante un episodio depressivo particolarmente vizioso, ho cercato su Google “suicidio”. Mi sono imbattuto in qualcuno che ha postato un video sulla depressione, l’ho guardato, e poi mi sono perso nel labirinto di YouTube. Ho guardato i video suggeriti e uno ha attirato la mia attenzione — il titolo era qualcosa del tipo ” voglio morire, sono così depresso.”Con riluttanza, ho cliccato sul video e ho iniziato a guardare questa persona parlare dei loro sintomi e di come si sentivano senza speranza.

Ho capito: non ero sola al mondo. C’erano altre persone come me. Per un momento, però, sono stato colto alla sprovvista. Come puo ‘ guardare qualcuno cadere a pezzi cancellare i miei sentimenti di disperazione? Cosa stava succedendo?

Una settimana dopo, ho avuto un episodio di panico, quindi ci ho provato di nuovo. Ho cercato e guardato video di persone con attacchi d’ansia, e in pochi istanti, abbastanza sicuro, i video hanno aiutato a cancellare la mia ansia.

Trovare un modo per sentirmi meno sola quando quegli episodi mi hanno colpito, ha cambiato il mondo. Ho raddoppiato su questa attività, creando playlist su YouTube di tutte le diverse emozioni che tendevo ad essere appesantito da: depressione, panico, rabbia e così via. Ad oggi, uso ancora i video quando i miei log dei sintomi non funzionano.

Queste playlist hanno anche creato una nuova routine che mi ha permesso di superare una delle mie più oscure emozioni, una che porta sempre al panico e alla depressione: la rabbia. Per me, la rabbia e ‘ la droga che porta alla vergogna, e la vergogna mi porta direttamente alla depressione e all’ansia. Perche ‘ avevo bisogno di un modo per isolarmi dalla rabbia, ho iniziato a guardare video di gente fuori di testa su Reddit. Questi video mi hanno aiutato a vedere quanto sia ridicola la rabbia e mi hanno aiutato a riconoscerla.

I nostri dispositivi non devono essere il nostro nascondiglio, dove evitiamo altre persone o anche noi stessi. Invece, possiamo usarli come ponti per creare profonde connessioni significative, con noi stessi e con le persone intorno a noi.

Sappi questo: sei tu che scarichi la batteria del telefono.

Credo che la comprensione della felicità di una persona si possa trovare nella sezione consumo batteria del telefono. All’interno di ogni smartphone c’è una funzione — spesso nelle impostazioni — che vi mostrerà quali applicazioni sul vostro dispositivo utilizzano la maggior parte della batteria. Di solito e ‘ ordinata per le ultime 24 ore o gli ultimi 7 giorni.

Questa lista può servire come una mappa potente per le vostre emozioni. Ad esempio, se ti accorgi di sentirti meglio del solito, è probabile che le applicazioni elencate nelle ultime 24 ore siano radicalmente diverse dalle applicazioni che hai usato negli ultimi sette giorni. Anche il contrario è spesso vero: se ti senti blu, l’uso dell’app potrebbe essere cambiato.

La prossima volta che ti senti bene, prendi uno screenshot delle tue percentuali di batteria e cerca di tenere traccia delle tue app felici — qualsiasi cosa tu abbia passato più tempo con ultimamente che ti ha fatto sentire bene (e non sentirsi male). Più importante, quando inizi a sentirti un po ‘ giù, tira su la tua lista di app felici e cerca di usare quelle app che ti danno gioia.

Per me, ho visto che sono più felice quando si utilizza Evernote, Mappe e calendario, e sono più depresso e triste quando sto spendendo tempo e batteria potere su Twitter, Fitbit e Facebook. Quando le cose si fanno difficili, evito le applicazioni tristi e mi concentro su quelle felici. Scopri chi sei esaminando il riflesso che ti ritorna nelle applicazioni che usi. E ‘come sistemare i tuoi capelli digitali, ma con implicazioni piu’ profonde per il tuo benessere generale.

 

Benvenuti nella home page

www.dialog05.com